Logo Liceo XXV Aprile XXV Aprile

Liceo Classico, Scientifico e Musicale
Via Martiri della Libertà, 13 30026 (Portogruaro) • Tel. +39 042172477 • Fax: +39 0421 71507
Email: vepc050007@istruzione.it • PEC: vepc050007@pec.istruzione.it
UN Act Now!

ERASMUS+ “ADAPT YOUR FUTURE”

ALLA SCOPERTA DI AWORLD

– UN’APP PER UN MONDO SOSTENIBILE –

“You are never too small to make a difference"
"Non si è mai troppo piccoli per fare la differenza"

Conoscere, agire, comunicare.

Questi gli obiettivi del progetto Erasmus+ 2020-2022 “Adapt your Future”.
Per raggiungerli, il gruppo Erasmus+ del Liceo XXV Aprile di Portogruaro promuove la
campagna Act Now delle Nazioni Unite e la diffusione dell’app A World.

 

 

Cos’è Erasmus+ “Adapt your Future”?

“Adapt your Future” è l’emblematico titolo scelto per il progetto Erasmus+ 2020-2022 che coinvolge quattro scuole europee (Liceo XXV Aprile, Italia; Kennemer College, Olanda; IES La Azucarera, Spagna; Lycée Plaine de l’Ain, Francia) in una collaborazione sul tema dei cambiamenti climatici e gli adattamenti necessari a limitarne gli effetti più devastanti.

A ventiquattro anni dall’adozione del Protocollo di Kyoto (1997) e sei dagli Accordi di Parigi (2015), si assiste, da una parte, a una sempre maggiore consapevolezza dell’esistenza del cambiamento climatico e dalle sue devastanti conseguenze, dall’altra a un costante e inesorabile aumento delle emissioni globali di gas serra, nonostante la dichiarata intenzione, da parte dei firmatari, di giungere al traguardo zero emissioni entro il 2050. Tramite la partecipazione al progetto “Adapt your Future”, gli studenti approfondiscono i temi del cambiamento climatico e le strategie di adattamento volte a limitarne le conseguenze, anche grazie alla collaborazione con la piattaforma europea dedicata Climate-ADAPT, acquisendo competenze sul piano decisionale e divulgativo con l’obiettivo di diventare cittadini europei più responsabili e attivi.

 

ONU in campo per un mondo sostenibile: Act Now!

Act Now è la campagna delle Nazioni Unite che promuove l’azione individuale in relazione al cambiamento climatico e alla sostenibilità. L’iniziativa è stata proposta durante la “UN Climate Change Conference” (Conferenza delle Nazioni Unite sul Cambiamento Climatico, COP 24), un incontro che si tiene ogni anno dal 1994, anno in cui entrò in vigore la UNFCCC, UN Framework Convention on Climate Change (la Convenzione delle Nazioni Unite sul Cambiamento Climatico), adottato due anni prima, in occasione dell’Earth Summit a Rio de Janeiro. Nel 2018 l’evento si è svolto a Katowice, in Polonia, in coincidenza con la scadenza dei termini prefissati dalle nazioni firmatarie dell’Accordo di Parigi per adottare un programma che permetta di raggiungere gli obiettivi fissati dall’Accordo stesso.

È proprio durante la COP 24 che la campagna Act Now è stata avviata. Promossa subito da numerosi influencers e personaggi di spicco dediti all’azione in questi ambiti, importanti chef impegnati nell’ideare e condividere ricette e consigli per una cucina sostenibile e perfino da compagnie e aziende interessate a coinvolgere e sensibilizzare i propri dipendenti, nonché da Angry Birds, con uno speciale video a sostegno della campagna. Act Now si rivolge anche ai più piccoli, grazie alla campagna a loro dedicata “Climate Action Super Heroes”, che sensibilizza i bambini riguardo a riciclo, energia pulita, riutilizzo, conoscenza dell’ambiente naturale, tutela dei mari, della terraferma e della qualità dell’aria, alimentazione sostenibile e corretta informazione. Inoltre, sono numerose le altre campagne delle Nazioni Unite correlate ad Act Now, con interessanti spunti per ulteriori approfondimenti su temi specifici.

Anche numerose celebrità si sono messe in gioco e si impegnano per la promozione di ActNow. Per citarne alcuni: Ilaria Capua, la virologa a capo della community “Salute Circolare” nell’applicazione ActNow (di cui si parlerà nel dettaglio fra poco), Peter Thomson, ex presidente dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, la cantante Ellie Goulding, il giovanissimo attore Aidan Gallagher, il nuotatore Lewis Pugh e, già noto per il suo impegno ambientalista, Leonardo di Caprio.1

 

AWorld: la sostenibilità è un gioco

Fondata dagli imprenditori italiani Alessandro Armillotta, Marco Armellino e Alessandro Lancieri, AWorld è l’app scelta dalle Nazioni Unite come strumento ideale per conseguire gli obiettivi della campagna ActNow. Gli ideatori, già creatori di piattaforme di e-commerce per i grandi marchi della moda, consapevoli dell’insostenibilità degli attuali stili di vita occidentali, hanno deciso di mettere le loro competenze al servizio della sostenibilità, e il risultato è quest’app, strumento davvero efficace per fare insieme grandi passi verso un mondo migliore, rimanendo sullo stesso pianeta, l’unico che abbiamo (da qui il nome dell’app: non esiste un “B World”!).

Tramite un’innovativa modalità di incentivo al miglioramento delle abitudini basata su tecniche di gamification (Il concetto di “learning trough play”, cioè “Imparare attraverso il gioco”), AWorld permette agli utenti di monitorare i miglioramenti nelle proprie abitudini e visualizzare metriche precise dei risparmi generati (litri di acqua, chilogrammi di CO2, rifiuti). L’app utilizza uno strumento di chat per consigliare azioni quotidiane che aiutino per esempio a ridurre le emissioni di anidride carbonica, risparmiare energia, viaggiare in modo più sostenibile, riutilizzare vestiti, evitare gli sprechi ecc. che generano impatto positivo sul pianeta. Con approccio ludico, l’app incoraggia gli utenti ad abitudini sostenibili premiandoli per i loro progressi e risultati, fornendo suggerimenti e percorsi per rendere la sostenibilità più accessibile nella vita di tutti i giorni.

In dettaglio, nella sezione “Journey” l’utente può trovare contenuti educativi e stimolanti ordinati in episodi per introdurlo ai concetti fondamentali della sostenibilità, imparare gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile e conoscere storie di persone impegnate a preservare il nostro pianeta, mentre tramite la sezione “Challenge” può coinvolgere gli amici e unirsi alla community. È possibile prendere a parte a sfide per il raggiungimento di un obiettivo (per esempio il risparmio di una certa quantità di CO2), anche con premi finali in caso di “vittoria” (solitamente piantumazione di alberi, ma non solo: anche progetti per favorire la presenza di insetti impollinatori in città, ecc.), alle quali si contribuisce mettendo in atto e registrando le azioni quotidiane individuali divertenti e sostenibili proposte dall’app stessa.

Non manca un “impact tracker” che permette all’utente di tenere traccia delle proprie azioni e scoprire esattamente quanto sta migliorando giorno dopo giorno il proprio stile di vita.

Un altro punto a favore di AWorld sono i “tip giornalieri”, percorsi a tema settimanale suddivisi in sette parti da leggere un giorno ciascuna, complete di brevi test per verificarne la comprensione e con uno speciale badge in premio per chi completi il percorso correttamente. D’altra parte, non c’è pericolo che l’utente dimentichi di registrare le proprie abitudini o completare il tip del giorno: l’app lo accompagna infatti con notifiche che gli ricordano di farlo (naturalmente, per chi non le desidera, sono disattivabili in qualsiasi momento tramite le impostazioni del proprio dispositivo). Gli sviluppatori di AWorld hanno intenzione di migliorare l’app, aggiungendo funzioni che permettano di monitorare il proprio impatto in modo ancora più preciso, secondo le reali azioni dell’utente, continuando nello spirito che fin dall’inizio ha guidato gli ideatori di AWorld: “Se puoi misurare il tuo impatto, puoi anche migliorarlo”.

Nota

1 Il sito ufficiale dedicato alla campagna è consultabile al link https://www.un.org/en/actnow

 

UN Act Now 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.