Logo Liceo XXV Aprile XXV Aprile

Liceo Classico, Scientifico e Musicale
Via Martiri della Libertà, 13 30026 (Portogruaro) • Tel. +39 042172477 • Fax: +39 0421 71507
Email: vepc050007@istruzione.it • PEC: vepc050007@pec.istruzione.it
18 dicembre 1944 - 18 dicembre 2019

Commemorazione dei Martiri Portogruaresi della Resistenza Antifascista

Anche quest’anno, un gruppo di studenti del Liceo Statale “XXV Aprile” di Portogruaro ha partecipato alla cerimonia che ricorda, dopo 75 anni, quel terribile 18 dicembre 1944, quando tre giovani partigiani, Antonio Pellegrini, Ampelio Iberati e Bernardino Vidori, caddero vittime della ferocia nazifascista. È l’occasione per ricordare e riaffermare i valori che quei giovani ci hanno consegnato: Memoria, Diritti Costituzionali, Antifascismo.

Giada Principe, Caterina Sera ed Elena Falcomer, della V A Scienze Applicate, hanno presentato per l’occasione un approfondimento su una Storia di Resistenza che viene da lontano e che ha avuto tra i protagonisti anche tanti studenti, capaci di sostenere i loro ideali di Pace, Giustizia, Libertà fino all’estremo sacrificio.

2-Martiri  

In Sala Consiliare le ragazze hanno parlato dei partigiani cecoslovacchi che combatterono contro il nazismo riuscendo a eliminare Rheinard Heydrich, il boia di Praga; hanno ricordato lo studente Jan Palach, che con la sua morte denunciò la dura repressione seguita alla Primavera di Praga; infine hanno menzionato le migliaia di studenti che manifestarono in modo pacifico il 17 novembre 1989, sempre a Praga, dando inizio, giusto 30 anni fa, alla cosiddetta “Rivoluzione di Velluto”, che, senza spargimenti di sangue, avrebbe portato alla dissoluzione del regime sovietico.

Le allieve del Liceo Statale “XXV Aprile” di Portogruaro, non a caso intitolato alla Liberazione dell’Italia dal fascismo avvenuta il 25 aprile 1945, hanno dimostrato, con la loro attività, di aver colto l’insegnamento di Maria Grazia Liverani, ex presidente dell’A.N.P.I., scomparsa di recente, che avevano conosciuto e apprezzato e con la quale avevano collaborato lo scorso anno.

1 martiri

Le ragazze hanno compreso, infatti, che cosa significhi commemorare la Resistenza: vuol dire conoscere la storia dell’occupazione nazifascista e delle tragedie a essa collegate; vuol dire leggere gli articoli della Costituzione comprendendo le lotte che li hanno ispirati; vuol dire infine imparare a dire NO a tutte le dittature, perché in uno Stato totalitario non sono possibili la Pace, la Giustizia, la Libertà, ma solo l’arbitrio e la violenza.

Martiri_3

Il loro lavoro è stato reso possibile, oltre che dalla guida ricevuta dalla loro insegnante, prof.ssa Franca Paludetto, anche grazie alla collaborazione dell’Amministrazione Comunale, della Sezione di Portogruaro dell’A.N.P.I. e, in particolare, dell’Atelier di Lettura, i cui membri, nel solco tracciato da Maria Grazia Liverani, continuano a credere nei giovani e nell’importanza del loro coinvolgimento.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.